Lemuria

9788896952900

Tipologia: libro

Disponibilità: (83 articoli disponibili)

Dettagli

Scheda tecnica

Lemuria
Karl Hans Strobl

In queste condizioni i mutamenti essenziali sembrano avvenire in un modo quasi inspiegabile, da soli, senza controllo della coscienza. Qualche fattore impercettibile, una sfumatura nell’aria, una parola perduta e ritrovata, il brano di una melodia che arriva da lontano, il richiamo di un uccello, lo sciabordare delle onde sui tronchi alla riva, agisce come una scossa poderosa, apre la porta a una serie di relazioni ineffabili, una vertigine improvvisa dissolve tutte le leggi della psicologia e della logica, si diffonde su tutte le possibilità e opera le più sorprendenti metamorfosi.

Lemuria raccoglie quattordici storie del tedesco Karl Hans Strobl, originariamente pubblicate tra il 1902 e il 1917, qui presentate per la prima volta in Italia, e considerate tra le massime vette nella produzione fantastico-orrorifica di quegli anni. Tra questi “La testa”, definito da Mike Mitchell un capolavoro del genere macabro, “Laerte”, una sorta di sorprendente anticipazione di un capolavoro weird degli anni a venire, Four Ghosts in Hamlet di Fritz Leiber, “La mia avventura con Jonas Barg”, che con le sue architetture distorte e impazzite precede di una decina di anni le visioni espressioniste del Dottor Caligari, e il claustrofobico tour de force di “La tomba di Père Lachaise”.

Dall’introduzione al volume di Alessandro Fambrini: “Dietro la patina di civiltà, si aprono nei suoi racconti abissi sconvolgenti che precipitano nel vuoto anche quell’ordine antico a cui l’autore si aggrappa con tutte le sue forze e lo ribaltano, denunciando, come scrive Winfried Freund, ‘il fallimento di tutti i tentativi umani di trovare un orientamento e un senso nell’oscurità ed enigmaticità dell’esistenza’”.

L'AUTORE

Karl Hans Strobl (1877-1946) è stato insieme a Hanns Heinz Ewers e Gustav Meyrink il più importante scrittore del fantastico germanofono degli anni Venti del secolo scorso. Fu autore di diversi racconti e romanzi, molti dei quali di carattere fantastico e fantascientifico, tra cui Die gefährlichen Strahlen (“I raggi pericolosi”, 1906), Eleagabal Kuperus (1910) e Gespenster im Sumpf (“Spettri nella palude”, 1920) e la raccolta di racconti Lemuria (1917).  Fu anche insieme ad Alfons von Czibulka tra i principali artefici della rivista Der Orchideengarten (1919-1921), che di fatto, anticipando di qualche anno Weird Tales, fu la prima rivista interamente dedicata al fantastico. 

DISPONIBILE A PARTIRE DAL 18/05/2020

Indice del volume

Karl Hans Strobl. Il terrore dell’altrove, di Alessandro Fambrini

La testa

La mia avventura con Jonas Barg 

La repulsione della volontà

Il trionfo della meccanica

Laerte

Il caso del tenente Infanger

L’omino dei salassi 

La pietra dei Bogumili

Ombre cinesi

La suora cattiva

La tomba di Père Lachaise

Take Marinescu

Busi-Busi

Accadono orrendi, novissimi gesti

Tra Caligari e Hitler. Il fantastico germanofono novecentesco, Strobl, Ewers e il nazismo, di Walter Catalano

Autore Karl Hans Strobl
Curatore Alessandro Fambrini
Traduttore Alessandro Fambrini
Formato Book
Dimensioni 17x24
Pagine 236
Collana Mirabilia
N° Collana 7

Dopo aver salvato il tuo prodotto personalizzato, ricordati di aggiungerlo al carrello.

Testi

* campi obbligatori

No customer comments for the moment.

Scrivi la tua recensione

17,10 €

-5%

18,00 €